Tursi (Matera) – «Le Parole della Libertà» un viaggio poetico nell’anima giovanile fuori dalla pandemia

56 / 100 SEO Score

Ieri sera siamo stati a Tursi, questa località blasonata città con tanto di decreto che, guardandola dalle immagini rubate a Google, è apparsa, come ho subito postato nel social: “una gemma incastonata in un anello di roccia aspra e impervia”.  Centro spartiacque tra oriente e occidente, come ha riferito nel suo dotto eloquio l’avvocato Aurelio Pace che è intervenuto nell’iniziativa promossa dall’ ASD Accademy nel Premio di Poesia “Le parole della libertà”.

Una serata emozionante che si è impadronita, per due ore di diretta live, dello schermo, del salotto, dello studio, della sala da pranzo. Ecco avete capito… siamo stati a Tursi, sì, ma online. Frutto di una sapiente tecnologia legata ad una piattaforma streaming https://streamyard.com/broadcasts che consente, a chi fa il padrone di casa, di diventare regista degli interventi dando la parola prima ad uno e poi ad un altro in una vera kermesse televisiva. Ed ecco che il terzo evento dell’associazione sportiva di Tursi è volato in alto lo stesso nonostante il confinamento e ieri anche da Torino e da Roma, sono stati presenti, con le loro poesie, i ragazzi dei licei nel premio loro dedicato. 

Ieri dicevo di apprezzare personalmente quest’associazione dedita allo sport giovanile anche dei disabili, fortemente impegnata nel sociale, per aver finalmente unito la cultura all’attività di crescita generazionale del corpo, come aver tirato un pallone nella rete della solidarietà, della speranza, della voglia di vivere, tutte perle da inanellare in questa terza fase della pandemia.  

Sciorinando i numeri della partecipazione all’iniziativa «Parole della libertà», come ha fatto meticolosamente all’inizio Federico Lasalandra dell’ASD Academy, abbiamo davanti qualcosa di impressionante. 800 ragazzi partecipanti di tre ordini di scuola, elementare, media e superiori, tre premiati per ogni ordine di scuola con le poesie lette da Rosa Gialdino, Sarubbi Rosa, Maria Antonello D’Agostino, insegnanti.

Diretta in cui ha fatto l’anchormen il giornalista Salvatore Cesareo, con l’intervento anche del giovane sindaco di Tursi Salvatore Cosmo e poi il neo presidente della ASD Salvatore Vita, uno psicologo legato all’autismo, e che, in questi tempi stranissimi, ha impegnato anche il suo tempo ad assistere il bisogno di conforto nel lockdown.  

Ecco «Parole della libertà» Reding poetico, intermezzi musicali, due ore davanti al pc immersi in mondo di poesia. Ed ecco la Roma dalle strade svuotate dal Covid, freschezza giovanile, ricerca di vie nuove, cieli propizi, sorrisi che non si perdono, orpelli di natura e Dio, nelle poesie dei ragazzi c’è tutto il delirio di voglia di vivere che tacita paure e sconfina nell’amore. La miglior risposta per uscire dalla pandemia.

Ieri avevamo questa idea, volevamo parlare del rapporto tra poesia e nuovi media, facebook, ma alla fine abbiamo detto che ci vuole orecchio e cuore per riconoscere la poesia dei ragazzi, sdoganando l’arte dal suo piedistallo autoreferenziale e farla diventare discorso corale, di comunità, sociale, civile. Come ha fatto bene l’ASD Accademy di Tursi donandoci due ore di emozione.  Ecco la cultura che diventa dono facendoci uscire dal pantano melmoso di un presente pieno di stupidaggini, facendoci bere alla fonte di acqua pura…per l’anima. (Rdg)

About Auderesemper53

Auderesemper53

Check Also

Simona Poerio

Simona Poerio su “Storie di coraggio e resistenza”

9 / 100 Powered by Rank Math SEO SEO Score L’emergenza coronavirus ha messo il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *